InNat e l’Arma dei Carabinieri

Ti trovi qui: Home / Progetto / InNat e l’Arma dei Carabinieri
Il Progetto InNat nasce dalla collaborazione tra Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e Arma dei Carabinieri, dall’esigenza di rafforzare le attività previste dalla Direttiva Habitat all’interno delle Riserve Naturali Statali gestite dai Carabinieri. Infatti, un’azione importante del progetto è stata la formazione del personale CUFA, impegnato nelle Riserve Naturali. Lo staff del progetto, nel 2018, ha coordinato una campagna di monitoraggio di cinque specie di insetti protetti a scala nazionale, supportando il personale dei 28 Reparti Carabinieri Biodiversità durante le azioni di monitoraggio. I dati raccolti nelle Riserve dello Stato sono stati resi disponibili al Ministero dell’Ambiente, ISPRA e alle Regioni territorialmente interessate.
Altre azioni hanno coinvolto dei Reparti nelle azioni di didattica rivolte alle scuole, nella informazione del grande pubblico e nelle campagne informative sulla Citizen Science.

Per organizzare questa collaborazione, il progetto InNat è stato presentato ai Comandanti di tutti i Reparti Carabinieri Biodiversità il 24 gennaio 2018, durante una “Giornata di Studio” organizzata presso il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari. L’importanza di questo evento è stata sottolineata dalla presenza del Gen. CA Antonio Ricciardi, Comandante del CUFA.