InNat e il CREA

Ti trovi qui: Home / Progetto / InNat e il CREA

Il progetto InNat coordinato dal Centro Nazionale Biodiversità Forestale “Bosco Fontana” Carabinieri (CNBF), nasce dalla collaborazione tra il CNBF il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria – Centro di ricerca Difesa e Certificazione (CREA – DC).

Il CNBF e il CREA-DC collaborano ormai da diversi anni nella ricerca entomologica per la tutela della biodiversità, attraverso diversi progetti. Il progetto europeo LIFE MIPP che ha coinvolto in prima linea il CNBF il CREA-DC, è stato il primo progetto nazionale di Citizen Science sugli insetti, e ha avuto come obiettivo principale quello di sviluppare e testare metodi per il monitoraggio di cinque specie di coleotteri presenti negli allegati II e IV della Direttiva Habitat (Osmoderma eremita, Lucanus cervus, Cerambyx cerdo, Rosalia alpina e Morimus asper/funereus). Oggi la collaborazione tra il CNBF e il CREA-DC si rinnova attraverso il Progetto InNat, con la finalità di promuovere le conoscenze in Italia della Rete Natura 2000 e della Direttiva Habitat, utilizzando l’innovativo strumento della Citizen Science. Parallelamente InNat si propone di svolgere un’intensa attività di formazione dei gestori della Rete Natura 2000 finalizzata alla realizzazione operativa dei protocolli di monitoraggio per le cinque specie di coleotteri e alla rendicontazione nazionale prevista dagli articoli 11 e 17 della Direttiva Habitat, in particolare per gli insetti di interesse comunitario.